Fatturazione Elettronica, per una gestione aziendale più efficiente

La fatturazione elettronica

La Legge di Bilancio 2018 ha introdotto il passaggio alla Fatturazione Elettronica obbligatoria per tutti. Dal 1 gennaio 2019 la fatturazione elettronica sarà obbligatoria per tutte le operazioni tra privati, persone fisiche e giuridiche. Sono esonerati dall’emissione della fattura elettronica solo gli operatori che rientrano nel “regime di vantaggio” (art. 27, commi 1 e 2, Dl 98/2011) e quelli che rientrano nel “regime forfettario” (art. 1, commi da 54 a 89, L. 190/2014). Sono esclusi anche i “piccoli produttori agricoli”, esonerati dall’emissione di fatture già da prima dell’introduzione dell’obbligo di fatturazione elettronica.

Cambia qualcosa verso la Pubblica Amministrazione?

Quando parliamo di PA resta tutto invariato: le pubbliche amministrazioni sono obbligate a non accettare né a procedere ad alcun pagamento, nemmeno parziale, sino alla ricezione delle fatture in forma elettronica secondo quanto previsto dal decreto.

Quali sono le funzionalità dei nuovi software di fatturazione elettronica?

Con la nostra consulenza avrai a disposizione il software di fatturazione più adatto alle tue esigenze. Con una sola soluzione potrai gestire fatture elettroniche tra privati (B2B) e con la Pubblica Amministrazione (B2G). Ovviamente potrai avere in dotazione anche un versatile software gestionale per avere il controllo completo delle attività della tua azienda. In breve quindi, potrai gestire completamente il processo di fatturazione elettronica, sia ciclo attivo che ciclo passivo:

  • inviare fatture elettroniche (nel formato XML) a privati e PA attraverso il sistema di Interscambio dell’Agenzia delle Entrate;
  • ricevere le fatture dai fornitori e gestire completamente l’intero ciclo passivo;
  • il sistema di notifiche informa sulla consegna del documento;
  • firma digitale per le fatture per garantire autenticità, integrità e non ripudiabilità del documento;
  • conservazione digitale delle fatture a norma di legge.

Quali sono i vantaggi immediati?

  • Risparmi tempo e denaro gestendo ciclo attivo e ciclo passivo con un unico software;
  • elimini completamente la carta grazie all’integrazione con firma e conservazione digitale;
  • hai l’integrazione con i software gestionali o altri di terze parti già in uso;
  • il tuo commercialista riceve le fatture emesse in automatico e non dovrai più portargliele a mano;
  • se non hai un gestionale abbiamo una soluzione anche per te;
  • se sei un commercialista puoi emettere fatture elettroniche per te e per i tuoi clienti;
  • accedi alle tue fatture ovunque ti trovi, quando vuoi: ti basta una connessione internet;
  • ricevi direttamente le fatture elettroniche relative alla spesa carburante.

Per qualsiasi richiesta di informazioni clicca qui e scrivici.

Scopri la collezione Meco

Quando l’eleganza incontra l’innovazione, prende vita un nuovo modo di interpretare le soluzioni di arredo per ufficio.

Se vuoi saperne di più scrivici subito!

Sai davvero cosa potresti fare con la tua stampante?

1) Cosa significa Stampa Sicura?

Di solito quando un utente lancia una stampa, i documenti vengono stampati subito dalla stampante di rete e chiunque può vedere o prendere la stampa anche se si tratta di documenti riservati.

2) Quindi si tratta solo di sicurezza?

No. Stiamo parlando anche di una riduzione degli sprechi. Gli utenti potrebbero stampare documenti di cui non hanno veramente bisogno accumulando fogli sul vassoio di uscita o stampare erroneamente più copie dello stesso documento. L’IT deve configurare più code di stampa per ogni device generando alti costi di manutenzione e supporto.

3) Quindi cosa cambia?

Con Stampa Sicura invece un unico software si prende carico dell’ambiente di stampa condividendo con gli utenti una sola coda di stampa. Quando un utente lancia una stampa può scegliere di ritirarla su una qualsiasi stampante di Stampa Sicura. Deve però identificarsi con il badge anche solo avvicinandosi alla stampante. Sul monitor può accedere alla lista dei propri documenti, decidere se mandarli in output e in quante copie o semplicemente eliminarli.

4) Quali altri risultati ottengo?

In questo modo solo gli utenti autorizzati possono ritirare la propria stampa assicurandone la privacy. Il software può generare dei report dell’utilizzo dei device da parte degli utenti aiutando l’azienda a ridurre gli sprechi di carta, toner, energia, manutenzione e soprattutto a controllare i costi.

5) In quali aziende si può utilizzare stampa sicura?

Tutte, dalle più grandi alle più piccole.

Scopri insieme a un nostro tecnico tutti i benefici. Clicca qui e contattaci subito!

Il Grande Formato come non si era mai visto

Settembre porta sempre tante novità: sei pronto a scoprire il Grande Formato come non l’avevi mai visto?

  1. PORTAFOGLIO HP DESIGNJET: HP vi propone il portafoglio di Stampanti e Scanner di Grande Formato più completo ed innovativo del mercato, in grado di soddisfare tutte le esigenze
  2. PROMOZIONI HP DESIGNJET: approfitta subito delle promozioni HP DesignJet e Care Pack, puoi ottenere sconti fino al 20% sul prezzo di listino
  3. SUPERVALUTAZIONE USATO: con HP DesignJet Trade-in la supervalutazione dei vostri plotter usati arriva fino a € 2.500 Rinnovato fino al 31ottobre 2018 sostituire i vostri vecchi plotter con le nuove stampanti HP DesignJet per grandi formati è davvero conveniente
  4. NOLEGGIO OPERATIVO: per aiutare le aziende a rinnovare il proprio parco macchine e a restare al passo con i tempi, è disponibile una soluzione di noleggio anche sulle stampanti per grandi formati HP DesignJet
  5. SUPER AMMORTAMENTO: la legge di bilancio 2018 proroga il super ammortamento al 130%. La Legge prevede che venga maggiorato del 30%, ai soli fini della determinazione delle quote di ammortamento e dei canoni di locazione finanziaria, il costo di acquisizione dei beni strumentali nuovi, acquistati fino al 31 dicembre 2018

Scarica subito il listino

Negozio chiuso dal 13 al 18 agosto

Avvisiamo clienti e fornitori che il negozio di C.so Del Popolo rimarrà chiuso dal 13 al 18 agosto. La normale attività riprenderà la settimana successiva. Vi promettiamo di tornare riposati, professionali e ancora più innovativi!

Buone ferie a tutti.

Segui il nostro canale Telegram!

L’abbiamo detto e ri-detto: siamo innovativi per tradizione. Per questo abbiamo deciso di attivare anche un canale Telegram, la simpatica app di messaggistica istantanea colorata di azzurro. Ma andiamo con ordine…

Cos’è Telegram?

Si tratta di un’app completamente gratuita per smartphone, tablet, pc e mac, disponibile sia per sistemi Apple che Android. In pratica c’è una versione per ogni dispositivo in commercio. Giusto per fare un paragone, stiamo parlando di un’applicazione simil Whatsapp o Messenger (anche se con alcune differenze tecniche). La sua particolarità è la possibilità di seguire dei canali, ovvero dei gruppi dove solo l’azienda che l’ha creato può inviare messaggi.

Cosa troverete nel canale di Breviglieri Srl?

La nostra azienda punta tantissimo nell’offrire consulenza e assistenza qualificata alla clientela. Questo canale servirà quindi per inviare novità e promozioni, ma soprattutto per comunicarvi spunti, idee e articoli che potranno servirvi nella vostra attività lavorativa. Ma attenzione: non manderemo mai più di un messaggio a settimana per non rischiare di disturbarvi.

Perchè abbiamo scelto Telegram?

L’invio di una newsletter ci stava un po’ stretto, così abbiamo deciso di differenziare la nostra comunicazione. Con Telegram potremo dialogare con voi molto più velocemente e in modo molto discreto: potrete rendere silenziosa la ricezione di messaggi in qualsiasi momento senza però perderli. Quando avrete 2 minuti di pausa potrete andare a leggere con calma l’ultimo messaggio ricevuto.

E se io non ho Telegram?

Come abbiamo detto prima si tratta di un’app gratuita quindi la potete scaricare senza nessun costo. Per comodità vi scriviamo qui i link per scaricare la versione Android e la versione Apple.

Vi abbiamo messo curiosità? Bene allora non perdete altro tempo e seguite il nostro nuovissimo canale. Siamo sicuri che non ve ne pentirete!

Clicca qui e vai al canale Telegram di Breviglieri Srl.

Siti web e digital marketing: tutto ok con la privacy?

Il giorno del giudizio si avvicina: il 25 maggio entrerà in vigore l’ormai famoso GDPR, provvedimento che rappresenta una rivoluzione in materia di privacy e sicurezza dei dati.

Oggi ci vogliamo soffermare su un aspetto che in molti non hanno ancora considerato, ma che andrà valutato con molta attenzione: il digital marketing. Nei giorni scorsi è salito alla ribalta il caso Facebook dove ci sarebbe stato un utilizzo troppo “invadente” di dati personali. Un esempio questo, di come spesso pubblichiamo informazioni con troppa leggerezza. D’altronde per poter proporre servizi e prodotti in modo specifico ai nostri clienti (o potenziali tali) abbiamo bisogno di sapere le loro preferenze e le loro abitudini.

Per questo a partire dal 25 maggio la normativa ci darà ancora la possibilità di raccogliere informazioni personali, ma prestando molta più attenzione e avvertendo in modo specifico l’utente. Un esempio? La classica newsletter si potrà ancora spedire a patto che l’utente abbia espresso un consenso specifico (con il double opt-in) e provvedendo a richiedere il consenso ogni 6 mesi. Insomma, non sarà più possibile “mascherare” l’adesione ad una newsletter per poi inviare email lifetime.

Ovviamente si tratta di uno dei tanti accorgimenti a cui bisognerà prestare attenzione per non incorrere in sanzioni da capogiro. In ogni caso è sempre bene tenere a mente che prima di tutto va garantito il rispetto della normativa relativamente al proprio sito web. Ecco gli elementi imprescindibili:

  • informazioni aziendali
  • privacy policy
  • cookie law e banner

Naturalmente anche la normativa si evolve insieme alle tecnologie e non è più possibile ragionare con un’impostazione monolitica. Per questo la nostra azienda ha scelto di offrire servizi in abbonamento che includano le modifiche tecniche di tipo informatico, ma anche la consulenza legale (di solito fornita da studi legali specializzati). In questo modo siamo riusciti a costruire un’unica soluzione che garantisce zero pensieri.

Chiedi la consulenza senza impegno di un nostro operatore per sapere se il tuo sito web rispetta la normativa. L’entrata in vigore del GDPR è dietro l’angolo.

Attenti al pesce d’aprile: fate tutti un backup!

Il 31 marzo si festeggia la giornata mondiale del backup. Non è una data a caso: è stato scelto il giorno prima della ricorrenza del pesce d’aprile proprio perchè la perdita improvvisa di dati suona come uno “scherzetto” delle apparecchiature digitali.

Ma cos’è il backup?

Il backup è una seconda copia di tutti i tuoi file importanti (le foto della tua famiglia, i tuoi video, documenti ed email di lavoro) portandoli in una destinazione diversa da quella di origine. Esistono ovviamente diversi livelli di sicurezza di backup: per esempio potresti anche pensare di copiare i dati del tuo pc in un hard disk esterno e portarli in un’altra sede o dall’ufficio fino alla tua abitazione. In questo modo si prevengono anche le perdite di dati dovute a furti o atti vandalici.

Cosa conviene copiare?

Un piccolo incidente o un malfunzionamento elettronico potrebbero distruggere tutti i tuoi dati:

  • il 30% delle perdite di dati è causato da incidenti più o meno piccoli
  • ogni minuto vengono persi 113 smartphone
  • 1 computer su 10 viene infettato da virus ogni mese
  • il 30% delle persone non ha mai fatto un backup

Insomma, venerdì 31 marzo in occasione del world backup day dobbiamo farci tutti una promessa solenne:

Giuro solennemente che il 31 marzo farò il backup dei miei documenti e ricordi preziosi

Ricordati infine che se hai dubbi e domande e vuoi sapere come dormire sonni tranquilli prevenendo le perdite di dati, puoi sempre contattarci. Abbiamo soluzioni di backup specifiche per ogni tipo di professionista e azienda, come ad esempio l’evoluto sistema MailStore che permette di archiviare in modo automatico e sicuro tutte le email in entrata e in uscita.

Non aspettare: chiamaci o scrivici e metti al sicuro i tuoi dati.

Noi il “green” ce l’abbiamo nel dna

Oggi è la giornata internazionale delle foreste e vogliamo approfittarne per raccontarvi una storia.

“Quando si parla di green, un po’ l’argomento ci fa sorridere – spiega la dirigenza di Breviglieri Srl – non per mancanza di rispetto nei confronti della tematica ambientale. Anzi, l’esatto opposto. Sorridiamo perchè quando l’idea del green ancora non esisteva, noi ce l’avevamo già scritta nel dna. Non a caso il nostro logo è verde: la difesa e la tutela dell’ambiente è sempre stata una priorità imprescindibile”.

“Quando si parla di essere green si rischia di limitarsi alle chiacchiere. Noi invece siamo abituati a far parlare i fatti. La difesa dell’ambiente, e in modo più specifico le foreste, è una tematica decisamente rilevante per chi si occupa di sistemi di stampa. Basti pensare all’importanza dell’efficienza tecnologica delle apparecchiature, ai materiali di consumo come carta e toner e alla gestione dei processi di assistenza sui dispositivi. Proprio su questi tre punti abbiamo sempre lavorato per garantire sempre la soluzione più performante ed ecologica possibile”.

“I sistemi di stampa che proponiamo, sia per l’acquisto che per il noleggio, tengono conto delle più moderne tecnologie di risparmio energetico. In molti casi sono addirittura soluzioni a getto d’inchiostro che per loro natura sono decisamente più green rispetto al classico sistema di stampa laser. Ma non solo. Con i software di monitoraggio che utilizziamo nella gestione delle apparecchiature, riusciamo ad efficientare i processi di stampa all’interno delle aziende riducendo il numero di stampe eseguite e annullando gli sprechi dovuti alle abitudini errate del personale aziendale”.

“Oltre ai dispositivi di stampa, hanno grande rilevanza anche i materiali di consumo. Per questo, dove sono richieste apparecchiature di stampa laser, abbiamo sempre privilegiato i toner con biomasse. Con questi particolari materiali di consumo, le emissioni dannose (principale causa del surriscaldamento globale e delle piogge acide) risultano ridotte di circa un terzo in fase di produzione”.

“Infine abbiamo sempre avuto un occhio di riguardo per i processi aziendali. Le nostre soluzioni includono l’assistenza on-site e questo ovviamente comporta spostamenti di mezzi e personale. In quest’ottica abbiamo progressivamente sostituito il parco mezzi tradizionale con quelli più moderni alimentati a metano. Insomma, ci impegniamo quotidianamente per adottare ogni possibile soluzione in grado di aumentare il grado tecnologico in parallelo al rispetto della natura. Non a caso ci sentiamo #innovativiPerTradizione“.

A gennaio gli e-commerce italiani crescono

Arrivano i dati Istat sul mondo e-commerce in Italia e sono molto incoraggianti. Se a gennaio le vendite al dettaglio calano dell’1,2%, quelle degli e-commerce crescono del 2,4%. Un dato che conferma il trend di crescita delle vendite online che ormai da più di 20 mesi è continuamente positivo. La digitalizzazione delle imprese e anche dei consumatori, che sono sempre più scaltri nell’utilizzo dei dispositivi mobile, sta portando i frutti sperati.

Il dato è ancor più rilevante se consideriamo il metodo di calcolo. Gli indici sull’e-commerce (ha spiegato l’Istat) hanno un peso sull’indice generale dell’1,9%. “Si tratta di un indicatore sulle vendite (nazionali) delle imprese del settore commerciale residenti in Italia e non di un indicatore degli acquisti effettuati su internet dai consumatori residenti. Quindi se un consumatore, residente in Italia, acquista su un sito appartenente a un’impresa residente all’estero, questo non si rifletterà sull’indicatore, ma se un consumatore, residente o meno nel nostro Paese, acquista tramite Internet su un sito gestito da un’impresa residente in Italia, questo verrà colto nell’indicatore di commercio elettronico”.

Tradotto: finalmente sono gli e-commerce italiani ad aver messo il turbo. La tendenza nel 2017 era invece abbastanza deludente considerato che l’Italia era tra i fanalini di coda europei come redditività online. Della serie: negozi online ne abbiamo da vendere, ma non producono ricavi. Il motivo? La mancanza di professionalità derivante dalla scarsa pianificazione del business.

Ecco perchè la nostra azienda ha deciso di non offrire “solo” la realizzazione del portale e-commerce, ma di garantire anche tutta la consulenza necessaria per:

  • realizzare un business plan da 1 a 3 anni
  • scegliere i prodotti da mettere in vendita
  • scegliere lo strumento di vendita online più adatto
  • pianificare la logistica e la gestione del magazzino
  • acquistare le soluzioni di imballaggio più performanti
  • pianificare la fase di marketing online e offline
  • gestire il customer care nella fase post vendita

Se abbiamo ravvivato il tuo interesse per il mondo degli e-commerce non aspettare oltre. Chiamaci o scrivici per una chiacchierata senza impegno!